Phil Collins – In the air tonight (live)

Semplicemente FANTASTICO.

Pubblicato in Tutte le Categorie | 3 commenti

Lo ammetto…Non ho resistito

daZeroaInfinito.com …iniziare o non iniziare questo è il dilemma, che il desiderio è forte ed il tempo delle vacanze è da poco finito, che devo usare al meglio il tempo a mia disposizione, che in questa fase il mio impegno è richiesto al lavoro ed alla formazione … che anche per questo bellissimo mattone devo trovare tempo ed energie…ho fiducia è passione…che per iniziare non è male!

Pubblicato in Libri, Tutte le Categorie | 20 commenti

Libri #14 La mia vita per la libertà_ di Ghandi

wp-image-875147019Oddio e che posso dire io di questo libro? Mi lascerò guidare da quello che ho sentito durante questi giorni di lettura perchè mi sono trovato spesso a leggere il suo racconto di se ed a pensare al mio rapporto con il tema della libertà e della verità. Non vogliatemene miei amici per i limiti del mio dire ma per darmi una possibilità narrerò di ciò che ho sentito.
– Gandhi è stato un testardone, uno di quelli che quando si mette in testa una cosa non vi è poi modo di fargli cambiare idea;
– Gandhi, non deve essere stato facile stargli vicino, certo con il senno di poi deve essere stato anche un onore ma conosco persone che hanno modi lontanamente similari e stargli vicino mi procura sempre un grande malessere e non mi è facile per niente per niente;
– Gandhi, che io limitato dalla mia cultura sono stato spesso infastidito dalla sua mancanza di flessibilità … sono stato infastidito perchè nel racconto della sua vita ho potuto vedere le tante mie mancanze, complicità e confusioni intorno ai miei tanti propositi che faticano ad affermarsi;
– Gandhi, che con onestà intellettuale non me la sento di dire che per i miei progetti metto in campo il massimo del mio impegno, amore e passione;
– Gandhi, che un passaggio da giorni mi batte nel petto e nell’animo profondo ed è quello che anche all’autore ha fatto provare un dolore nel constatare che di un intendimento prima che nei fatti l’abbandono interviene nel cuore;
Gandhi, che vorrei crescere un pò di più e sono fiducioso che questa lettura mi darà supporto e sostegno perchè in questo passaggio mi sono sentito come messo a nudo e ho scrutato anche nel mio cuore abbandoni presenti per progetti che ancora aspettano di vedere il sole.
– Gandhi, grazie.

daZeroaInfinito.com… fiducioso e grato nel cuore, ora. E grazie Giampiero per l’invito alla lettura.

Pubblicato in Libri, Racconti dalla Zattera, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , | 3 commenti

Cit da “La mia vita per la libertà” di Ghandi

Pubblicato in Tutte le Categorie | 6 commenti

Che belli che belli…sempre😁

daZeroaInfinito.com…i botti finali.

Pubblicato in Tutte le Categorie | 2 commenti

Libri #14 La mia vita per la libertà_ di Ghandi … lettura in progress.

A mia figlia questa figura mette un po’ di paura. Credo che tanta ne incuta anche a molti di noi più avanti negli anni. Lei dice gli fa paura quel corpo secco che quasi si vedono le ossa; e chissà che a tanti potenti del suo tempo la sua forza non sia apparsa tanto grande proprio a partire da come l’uomo era poi in se gracile nella sua fisicità. Lei dice che quelle ossa la spaventano perché è come se si sentisse il rumore; c’è che di rumore ne hanno fatto tanto e riforme, ricerca e lavoro …tanto rumore che la sua azione è stata come un boato per chi imponeva la discriminazione razziale e la deprivazione di diritti civili, umani. Non avere paura Amore mio, certo ti comprendo ed accolgo il tuo sentire perchè non è una immagine a cui siamo abituati. Un giorno spero che anche tu deciderai di leggere questo libro…intanto io lo sto leggendo e sento che la storia di questo uomo esile e magro magro mi sta nutrendo di buona speranza… perché sai, la paura è una cosa umana ma anche la fede e l’amore lo sono, e la ricerca di verità e libertà. Sai piccola mia, ora sto leggendo di quando lui vive in Africa e sta mettendo su insieme con tanti una organizzazione per la tutela dei diritti delle persone. Lui aveva una grande fede ed un grande coraggio e ricercava sempre la verità e la libertà prima dentro di sé e poi anche per gli altri che erano discriminati. Anche lui aveva paura ma ha scelto di seguire il suo progetto interiore per l’amore e la crescita senza fuggire di fronte alle difficoltà che ha incontrao e ha fatto tutto senza essere mai violento…e quando sbagliava poi riparava … come è bene che facciamo sempre anche noi con noi. Perdonarsi e riparare sono qualità umane che tutti abbiamo e che dobbiamo usare … e poi con impegno e passione possiamo realizzare il progetto che c’è dentro il nostro cuore.

Lui si chiamava Ghandi. Appena finisco il libro ti racconto di quando aveva paura di parlare in pubblico, non ci crederai ma poi ha fatto un grande lavoro proprio parlando alle persone di ogni parte del Mondo. Piccolo e secco da far paura ma con una grande forza e coraggio. E che la forza e il coraggio uniti al tuo amore e decisione di realizzare i tuoi sogni sono certo non ti mancheranno mai … e noi pure ci saremo ad aiutarti … e anche ora che papà legge questo libro che contiene tante riflessioni utili e buone per me poi te ne farò dono al meglio delle mie capacità. Intanto sai che ti dico piccola mia che magari non sarà bello come il principe azzurro ma credimi che lui è stato un vero guerrero delle stelle e noi possiamo sentirci grati alla vita ed a lui per tutto quanto di buono ha potuto fare così anche noi faremo sempre tanto di buono.

daZeroaInfinito.com … ogni cosa a suo tempo.

Pubblicato in Libri, Racconti dalla Zattera, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Libri #13 Cent’anni di solitudine_ di Gabriel Garcia Marquez

La prima volta con questo libro fu nel 2003, allora tante cose non avevo idea che ci sarebbero poi state, questo mio spazio on the web ad esempio. Oggi ho scelto i rileggerlo.
Autointervista:
wp-image-800584055D: Cent’anni di solitudine … perchè rileggerlo??
R: Per volontà di potenza. Dopo tanti anni non ricordavo quasi nulla del romanzo ed avevo un grande desiderio di rileggere del colonnello Aureliano Buendia e della grande famiglia di Macondo. La prima volta che l’ho letto ho cercato nelle sue pagine il tema della “catena del dolore”.

D: E oggi?
R: Beh sono felice di esserci ritornato su. Ho recuperato la memoria ed ho sentito un emozione.

D:Il tema della solitudine?
R: Si … durate la lettura non ho pensato a questa parola. Cosa strana essendo poi il titolo stesso del romanzo. C’ho pensato alla fine, sull’ultima parola. Che la solitudine in questo racconto danza con l’isolamento a cui molti personaggi vanno incontro sia rapiti da loro passioni e missioni che dellusi o arrabbiati e sconfitti ma mai …mai arresi.
D: mai arresi?
R: Si nessuno si arrende alla vita ed ai guai, quello che si percepisce è un eterno movimento ed una eterna azione.
wp-image-263460378…Che Cent’anni di solitudine è musicale è polveroso come il ritmo delle vite che si mescolano senza sosta e che – anche – si lasciano.
…Che i Buendia non conoscono mezze misure, sono sognatori e idealisti oppure feroci realisti e dediti al piacere d’impulso all’insegna della forza e della passione, un Aureliano o un Arcadio…comunque.
…Che Passano anni e guerre civili e sempre in prima linea, cambiamenti e rivoluzioni senza mezze misure che stravolgono, in tanti ci si buttano dentro ma tanti a Macondo la vivono per quella che è una fluttuazione di follie e passioni di pienezza prima e miseria poi.
…Che la catena di dolore si tramanda ancora e aleggia questo strano presentimento di attesa e predestinazione che qualcosa di brutto prima o poi deve accadere.

D: Da rileggere ancora?
R: Si … perchè come passa il tempo a Macondo allo stesso modo passa nella mia vita con fasi più o meno Aureliano e Arcadio. In ogni personaggio c’è sempre impegno senza risparmio a fare “qualcosa di importante” per se, senza scendere nella valutazione etica. Il surreale microcosmo di Macondo ed io tra un pò di anni ci ritroveremo ancora a narrarci per vedere a che punto siamo.

D: Ed a dieci anni dalla prima lettura a che punto sei?
R: Bella domanda…mi hai fregato. Ti rispondo partendo da quello che ho provato scrivendo l’articolo. Ho provato un grande bisogno di contattare dentro di me la potenza del Perdono. Perchè le catene di dolore si rompono perdonandosi e perdonando.

D: sei soddisfatto della tua storia oggi?
R: Mi rendo disponibile a perdonarmi per gli errori ed a godere per i tanti successi; ed ora che di nuovo sento questa sintonia nella mia anima posso risponderti che si…sono soddisfatto.

…daZeroaInfinito.com.
…che la vita è il romanzo che scriviamo ogni giorno (frase scontata ma vera);
…che lo strumento del perdono è il sangue spirituale della libertà;
…che farsene dono è atto di amore supremo;
…che questo non smetterò mai di dirlo;

Hasta la Bellezza…siempre;

Pubblicato in Libri, Racconti dalla Zattera, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 10 commenti

There…the sun.

In questi giorni di grande caldo e disagio chissà che non ci sia passato per la mente il pensiero di imprecazione contro di esso…il sole. Saggio il nostro faro presenzia e comprende ci dona energia energia e immagini che ci riappacificano con il cosmo intero con cui siamo organismo insieme. Ciao Sole, a domani 😘….che intanto alle mie spalle la luna è in gran spolvero stasera…vuole anche lei farsi ammirare

.

daZeroaInfinito.com…carpe diem pensiero e foto. Che anche il sole suggerisce la magie del fermarsi un poco…per ascoltare, ammirare, godere, ringraziare e continuare…che la luna bussa.

Pubblicato in Racconti dalla Zattera, Skatto Fotografico, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

“City Of Stars”” dal film LA La Land

Ho visto il film sabato scorso sotto un bel cielo stellato in quella bella location che è l’isola del cinema sull’isola Tiberina a Roma. Saranno state le stelle, la compagnia delle due donne più importanti della mia vita è questo film “La la land” che non visto questo inverno…ma sta di fatto che sono quasi 7 giorni che fischietto e canto (Si fa per dire) questo motivo. Un bel film di certo e lo consiglio a tutti. Fa centro di sicuro con i temi che propone, la poesia dell’amore certamente ma anche quel tema ricorrente delle decisioni che prendiamo…e di quelle che abbiamo già preso…e i tanti “come sarebbe stato se”…Beh… chi lo sa. Io per ora vi lascio al brano con linvito a me ed a tutti di fare un sorriso di consapevolezza e accoglienza a tutta la mia/nostra storia e alle tante decisioni prese e che prenderemo…che nessuno ha la palla magica ma tutti abbiamo progetto che ci guida i cui ingredienti base sono l’amore per noi stessi, la disponibilità, l’ascolto e un mondo intero di pazienza. Sintonizzati così di sicuro siamo protagonisti…e poi mani sulla tastiera e come il protagonista ” one, Two…and one two three”…prossimo jazz nuove storie da costruire e bellezza da accrescere…che siamo unici e speciali.

daZeroainfinito.com…quasi in vacanza e con il desiderio ed il bisogno di riposare, leggere un bel libro, camminare e respirare …e fare tante foto e tanti bagni.

Pubblicato in Racconti dalla Zattera, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 11 commenti

Tormentone e Marmellata

IMG_8356Metti una mattina ti frulla in mente una canzone, poi una e un’altra ancora. E perchè no, You Tube a ascoltare e guardare.  Tempo di togliere un pò di polvere dalla mia reflex e di nuovo … fotografare senza andare poi tanto lontano … attimo di felicità a portata di mano…ora.

daZeroaInfinito.com…Click

Pubblicato in Skatto Fotografico, Tutte le Categorie | 15 commenti

Libri #12_L’Inverno del Mondo_ di K. Follet

Leggendo questo libro di nuovo a bussarmi in testa una parola “dignità”. La dignità delle multiforme direzioni che può prendere l’umano. L’umano che si appassiona a ideologie di un male sordo, disumano e spietato e la forza di chi lotta e non si arrende. Lo consiglio a tutti perché e un romanzo storico narrativo ( come già La caduta dei Giganti) che prende per mano il lettore e lo conduce con maestria nella storia della nostra epoca di conflitti mondiali e nelle dinamiche intime delle persone che sanno scegliere di stare dalla parte di un mondo migliore e consapevoli dei rischi che la loro posizione e la loro azione potrà comportare. Leggetelo con rispetto per le vicende delle persone …perché spesso tra le sue pagine mi sono chiesto “e se succedesse ancora, io cosa farei…e noi?”

 

daZeroaInfinito.com…1000 pagine? Davvero?… di cuore non mi sono per un solo attimo sentito appesantito. Un mattone di cose buone.

 

Pubblicato in Libri, Racconti dalla Zattera, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , , , , , , | 11 commenti

Roma h 19:59…tempo di una riflessione veloce…di libri…di tempo…e di armonia

Ciao a tutti,
Oggi giro in libreria. Di libri da leggere ne desidero tanti. Ho finito “L’inverno del mondo” di Ken Follet qualche giorno fa e stavo cercando un nuovo libro. Per un attimo mi sono ritrovato faccia a faccia con Ghoete, “i dolori del giovane Werther”, prima o poi faremo un giro insieme lo sento. Ma oggi no! Oggi mi ritrovo di nuovo a camminare tra gli scaffali e ritrovo i titoli che ho letto, quelli che ho amato e quelli che ho odiato…e quelli che sono in pausa come”  l’Ulisse ” di Joyce. Oggi però più forte del desiderio di leggere un nuovo libro ho sentito di nuovo la voglia di rileggere i titoli che mi hanno accompagnato negli anni. Si ho desiderio di rileggere alcuni libri che ho amato in modo particolare, rispolverarli, lasciarli raccontare ancora ed io stesso raccontarmi e ritrovarmi insieme a loro nel tempo di ora. Ah a proposito, Ken Follet non l’ho finito, l’ho divorato. Amo i suoi libri ed a breve vi dirò di quest’ultimo in una mia personale recensione.
Mi ispiro e mi lascio guidare dalla parola “armonia” del tempo e delle storie, che ho storie nuove da esplorare ed alcune vecchie da rispolverare e sono certo che entrambe avranno qualcosa di nuovo da donare.
A voi capita?

daZeroaInfinito.com…che è un giorno caldo ed è da un po’ che non scrivo. Così mi fermo subito…metto in pausa i motivi del rientro ed anche le commissioni ancora da fare. Mi faccio il dono del tempoche ho desiderio di ritrovarmi narratore…me lo hanno suggerito prospettive di libri del mio passato e del mio presente…qui e ora. 

Pubblicato in Racconti dalla Zattera, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , , , , , , , , | 16 commenti

Istantanea 

Per dirla con Vasco #SiamoSoloNoi…e tutte le potenzialità del mare davanti. Che ogni volta che vedo il mare penso che sono uno di Mare prestato alla città. 

Pubblicato in Tutte le Categorie | 1 commento

Cactus in fiore

Foto da una calda giornata.

Pubblicato in Skatto Fotografico, Tutte le Categorie | Contrassegnato , , , , | 7 commenti

1000 like e 200 amici

Non lo nego. Mi ha fatto piacere avere raggiunto questi traguardi. Andiamo avanti, ho voglia di crescere ancora. Grazie a tutti 😁😁.

Pubblicato in Tutte le Categorie | 10 commenti

Eagles – Life’s Been Good

Certi brani ad un certo punto iniziano a far parte della tua playlist di ricordi. A me questa che é obiettivamente una bella canzone ricorda che una volta alle superiori ho preso un passaggio (ero un pendolare) e il tizio che ci aveva caricato, anche lui del mio paese, aveva un impianto stereo di cui andava evidentemente orgoglioso e per tutto il tragitto ha cantato le lodi del suo impianto gesticolando con le mani come a suonare la batteria. Beh io non mi intendevo di impianti stereo e di Subbufer ma si sentiva veramente bene e la canzone meritava. La ascolto sempre e solo ad alto volume, e ogni volta ricordo quel passaggio e quelle mani che battevano su piatti immaginari ad un ritmo perfetto. Buon ascolto anche a voi cari blogghisti come me 😎. 

Pubblicato in Tutte le Categorie | 3 commenti

Tempo reale Roma Est h 22:40 

Metti stasera “blackout” improvviso e bye bye luce e tv e anche la lavatrice. Passerà…tra poco torna e dopo un ora nulla ancora. tam tam su Facebook  immediato ed interviene il comitato:”Tra qualche ora sarà tutto a posto”. Intanto come per magia … gente sui balconi sotto la luce delle stelle …e tutto mi pare calmo e comunque bello. 

Pubblicato in Tutte le Categorie | 10 commenti

Guns N’ Roses – Knockin’ On Heaven’s Door Live In Tokyo 1992 HQ

Che il grande potere e la grande forza di certe opere d’arte è quello di essere positivamente contagiose e ispirano altro…altri. Vedi i Gun’s, per esempio. 

Pubblicato in Tutte le Categorie | 9 commenti

Discanto – I. Fossati. 

Una poesia in musica. Buon ascolto 😁

Di acqua e di respiro / di passi sparsi / di bocconi di vento / di lentezza / di incerto movimento / di precise parole si vive / di grande teatro / di oscure canzoni / di pronte guittezze si va avanti / di come fare/ di come dire /di come fare a capire / di alti di bassi / battiti del cuore / fasi della luna / e ritmi della terra / di intelligenza / di intermittenza / si vive di danze
di ballo sociale /di una promessa /di un faccia differente / di mediocri incontri /di bellezze / di profumi ardenti /di accidenti /rotolando si gira, si balla /si vive, si fa festa / quella, questa / si picchia forte col piede
nella danza / e si sbaglia il passo / si vive di fortune raccontate
e di viaggiare / e si cammina stanchi / è di lavoro / è opposizione
è corruzione / si vive di lenta costruzione / e di tempo che ci inchioda
e di diavoli al culo / di fianchi smorti / di fuochi desiderati / si vive di pane / di speranza di bere / un vino buono per l’estate / rotolando si vive
di discorsi leggeri / cori / di maschere notturne / canto e discanto /
e giù divieti / e oli sulla pelle / e sorrisi di fantasmi / e fantasmi fotografati / e giù campane annuncianti / si vive di sguardi fermi / di risposte folgoranti / di lettere partite / che aspettiamo in cima al mistero /
di essere così soli. / Di questo si vive / e di tant’altro ancora / che inseguiamo come i cani / respirando dal naso / per finire invece / ancora sorridenti, / ancora abbaianti / di un dolore a caso.

Pubblicato in Tutte le Categorie | Lascia un commento

Sfiorare gli anni

breve-storia-del-pianoforteTi ho letto cara poesia
al momento giusto.
Ho letto e sentito
movimento di parole
occhi a guardare
oltre il carattere
oltre il testo
il mare immenso.
Porti
amici discreti di chi attende
ascolta e sogna.
Angoli di amori e di addii feroci
oceano davanti … a cullare o uccidere
“mani veloci che sfiorano anni”
parole note di un canto.
Saggezza del rendersi liberi
di decidere di essere
ascoltare, osservare, imparare
raccontarsi e raccontare
ogni attracco
oceano…mare
buon vento ai naviganti
a chi osserva dal ponte
a chi lo racconta
a chi vi suona sopra
e lascia danzare ed amare
passanti anch’essi viaggiatori
marinai … comunque.

daZeroaInfinito.com … che ogni cosa ha il suo giusto tempo. Ci sono parole che meritano l’attesa, per essere pronti al momento della decisione per essere presenti come anima e corpo nella miglior armonia del nostro essere persona. Che la fretta e la frenesia sono anch’esse cose umane … ma quando sentiamo che è il momento di attendere beh…attendiamo …ma senza addormentarsi però! Frase sottolineata è di lilasmile che ringrazio.

Pubblicato in Poesia, Racconti dalla Zattera, Tutte le Categorie | Contrassegnato | 4 commenti