2 – Una bella storia √® una benedizione (Gpp)

(daZeroaInfinito) Ma come arrivasti nella¬†mia macchina!? Da dove sei sbucato fuori o chi ti¬†ci ha messo?¬† Mi √® piaciuta¬†l’immagine del Guerriero che mi rimandavi¬†e mi tornava subito utile , cavolo se mi serviva.¬†Ispirazione¬†nuova, nuova forza fresca ed inaspettata.

(Gpp) Vedi, noi siamo in contatto con la vita;
Tanti multiformi e creativi modi.
Di tutto la vita si avvale;
Un ispirazione se vuoi.
Che quando accade è benedizione.

Come sono capitato sul tappetino della tua macchina?

¬†(daZeroaInfinito) No No…non dirmelo.¬†Ho inteso cosa mi vuoi dire. La vita di tutto si avvale ed¬†il suo progetto √® in continuo contatto¬†con il progetto ed i sogni¬†di ogni persona, con i miei.¬†No, non dirmelo¬† come sei arrivato non mi serve saperlo…perch√© – invero – mi anima una¬†nuova ispirazione, come dici¬†tu una nuova benedizione. Mi serviva¬†un immagine da¬†guerriero¬†un tempo per¬†superare¬†ostacoli, e oggi¬†che ti ho tirato di nuovo fuori credo che insieme¬†abbiamo una bella¬†una storia da¬†narrare … e di¬†nuovo¬†strada.

 (Gpp) Bene!. Io ci sono ancora;
Che questa idea mi piace;
Son cose buone a venire;
Non perdiamoci ancora.

IMG_8671

Libri #13 Cent’anni di solitudine_ di Gabriel Garcia Marquez

La prima volta con questo libro fu nel 2003, allora tante cose non avevo idea che ci sarebbero poi state, questo mio spazio on the web ad esempio. Oggi ho scelto i rileggerlo.
Autointervista:
wp-image-800584055D: Cent’anni di solitudine … perch√® rileggerlo??
R: Per volont√† di potenza. Dopo tanti anni non ricordavo quasi nulla del romanzo ed avevo un grande desiderio di rileggere del colonnello Aureliano Buendia e della grande famiglia di Macondo. La prima volta che l’ho letto ho cercato nelle sue pagine il tema della “catena del dolore”.

D: E oggi?
R: Beh sono felice di esserci ritornato su. Ho recuperato la memoria ed ho sentito un emozione.

D:Il tema della solitudine?
R: Si … durate la lettura non ho pensato a questa parola. Cosa strana essendo poi il titolo stesso del romanzo. C’ho pensato alla fine, sull’ultima parola. Che la solitudine in questo racconto danza con l’isolamento a cui molti personaggi vanno incontro sia rapiti da loro passioni e missioni che dellusi o arrabbiati e sconfitti ma mai …mai arresi.
D: mai arresi?
R: Si nessuno si arrende alla vita ed ai guai, quello che si percepisce è un eterno movimento ed una eterna azione.
wp-image-263460378…Che Cent’anni di solitudine √® musicale √® polveroso come il ritmo delle vite che si mescolano senza sosta e che – anche – si lasciano.
…Che i Buendia non conoscono mezze misure, sono sognatori e idealisti oppure feroci realisti e dediti al piacere d’impulso all’insegna della forza e della passione, un Aureliano o un Arcadio…comunque.
…Che Passano anni e guerre civili e sempre in prima linea, cambiamenti e rivoluzioni senza mezze misure che stravolgono, in tanti ci si buttano dentro ma tanti a Macondo la vivono per quella che √® una fluttuazione di follie e passioni di pienezza prima e miseria poi.
…Che la catena di dolore si tramanda ancora e aleggia questo strano presentimento di attesa e predestinazione che qualcosa di brutto prima o poi deve accadere.

D: Da rileggere ancora?
R: Si … perch√® come passa il tempo a Macondo allo stesso modo passa nella mia vita con fasi pi√Ļ o meno Aureliano e Arcadio. In ogni personaggio c’√® sempre impegno senza risparmio a fare “qualcosa di importante” per se, senza scendere nella valutazione etica. Il surreale microcosmo di Macondo ed io tra un p√≤ di anni ci ritroveremo ancora a narrarci per vedere a che punto siamo.

D: Ed a dieci anni dalla prima lettura a che punto sei?
R: Bella domanda…mi hai fregato. Ti rispondo partendo da quello che ho provato scrivendo l’articolo. Ho provato un grande bisogno di contattare dentro di me la potenza del Perdono. Perch√® le catene di dolore si rompono perdonandosi e perdonando.

D: sei soddisfatto della tua storia oggi?
R: Mi rendo disponibile a perdonarmi per gli errori ed a godere per i tanti successi; ed ora che di nuovo sento questa sintonia nella mia anima posso risponderti che si…sono soddisfatto.

…daZeroaInfinito.com.
…che la vita √® il romanzo che scriviamo ogni giorno (frase scontata ma vera);
…che lo strumento del perdono √® il sangue spirituale della libert√†;
…che farsene dono √® atto di amore supremo;
…che questo non smetter√≤ mai di dirlo;

Hasta la Bellezza…siempre;