Scenario Politico Italia_7. Legge di Bilancio approvata, si parte.

architecture buildings business city
Photo by Pixabay on Pexels.com

L’autunno/inverno del dibattito politico ha visto la contrapposizione senza risparmio di critiche e giudizi feroci tra le forze politiche di opposizione e maggioranza. A detta dei primi la compagine governativa non sapeva dove andare a parare e stava portando il paese al baratro con una legge di bilancio che i secondi, invece, hanno battezzato come legge di bilancio “del popolo” e che, a loro dire, avrà il merito di invertire il declino del paese favorendo la ripresa economica da una parte e dando un pò di più a quelli che hanno di meno.
Insomma maggioranza e opposizione sono su posizioni opposte.

Non mi sono piaciute le modalità di approvazione della legge di Bilancio, non mi sono piaciuti i tempi stretti ma cavolo più che dare addosso al governo Giallo Verde mi chiedo se sarà mai possibile per noi Italiani riuscire a non fare le cose di corsa ed all’ultimo momento. Anche qui le posizioni sono opposte e non ci si risparmia nello scambio di accuse tra governo italiano e commissione europea che, a detta del governo italiano, un pò ha rotto troppo e ha mandato lunghi un pò tutti e sotto la minaccia di una procedura di infrazione per deficit eccessivo.
Numeri quindi, in questo momento storico si è parlato di numeri da mettere nei conti dello stato.
La legge è stata approvata e il presidente della repubblica, credo con sofferenza, l’ha promulgata anch’egli di gran fretta.
Comunque ci siamo.
Ora che la legge è fatta si parte a tutti gli effetti.
Valuto positivamente la disciplina del reddito di cittadinanza, altrettanto positivo valuto un intervento sostanziale (ancora da fare) e forte nella direzione della riduzione della spesa pubblica improduttiva (E ce n’è tanta tanta!!). Positivo è per me anche un taglio a certi livelli pensionistici che non hanno una corrispondenza con i contributi versati.
Ah…non mi piace l’ampliamento ad € 150.000 del limite di affidamento senza gara pubblica, credo che non piaccia anche alla quota maggioritaria del governo e che hanno dovuto ingoiare il rospo.
Altri provvedimenti sono così così, vedasi la pace fiscale e poi ancora c’è il tema della flat tax su cui speriamo possa essere un valido impulso per liberare risorse che possano incrementare investimenti ed opportunità di lavoro.
Certo una mano anche al costo del lavoro ci poteva stare ma capisco che se non si tagliano le spese come si fanno a ridurre la pressione fiscale…mah.

Come sapete io non sono uno favorevole all’alleanza tra i five stairs e la lega.
Non ho nulla contro Salvini, le sue visioni politiche sono differenti dalle mie…semplicemente ed io alle sue mi oppongo.
Come ministro dell’interno lo vedo un pò bulletto, soprattutto con i deboli.
A Roma aspetto il momento in cui ci sarà anche lo sgombro di Casapound.

Continuo a vedere in lui una dei principali rischi per la tenuta del governo.
I 5 stelle vanno avanti e stanno cavalcando l’opportunità fornitagli anche dall’alleato di governo Salvini per portare a casa alcuni punti del loro programma.
La legge anticorruzione è un ottima legge, mi piace e sono lieto che sia andata in porto.

Il nuovo è iniziato e tra poco entreremo in campagna elettorale per le Europee, terreno di scontro tra tutte le forze politiche incluse quelle che in Italia sono contraenti del famoso contratto di governo.
Se il leader della lega dovesse avere grande consenso, e credo che farà di tutto per alimentare l’antieuropeismo condendolo con vittimismo e rabbia che tanti voti portano, beh non escludo che con un consenso ampio non possa decidere di fare il colpo gobbo e prendere a pretesto un provvedimento in disaccordo per buttare tutto in crisi e giocarsi anche in Italia la carta cui lui tanto ambisce, vale a dire leader del centro destra e candidato presidente del consiglio…si perchè io alla rottura del patto con Fratelli d’Italia e con Berlusconi non ci credo per niente…a me mi pare tutto un bluff.

Ma basta dire di Salvini!

Mi sta piacendo sempre più il presidente del consiglio Conte, mi da una sensazione di tranquillità e competenza e credo che preso tra i due leader e vice premier stia facendo davvero un gran bel lavoro. Lui si sta ricavando un ruolo, o meglio pian pianino leggo e mi arriva la sensazione che il suo ruolo inizialmente subalterno e di portavoce di accordi tra i suoi vice ora stia crescendo e che soprattutto sia una buona persona al servizio del paese.

Scenario Politico Italia_5. Nuovo Aggiornamento

C’è grande euforia comunicativa stasera. A rientro dalla giornata piena di sole e di foto ho acceso la Tv proprio nel mentre a reti quasi unificate i vari network hanno trasmesso l’intervento del Presidente della Repubblica Mattarella, che è già diventato famoso per le reazioni che ha determinato nel primo momento ed a cui seguiranno poi anche domani altri “fatti” decisionali.

Ha fatto bene, ha fatto male? Io di cuore non saprei, di mio dico che secondo me ha scommesso su questo spauracchio dell’ipotetica uscita dal’Euro, rischio reale o solo utilizzato ad arte? Sono tanti gli interrogativi a cui credo non avremo risposta in quella che si preannuncia una calda estate di politica e veleni. Qui ognuno si farà la sua idea!

Eppure…dal primo momento un pensiero ha preso a formarsi in me. La butto lì ok? Secondo me quella di Savona è stato un trappolone in cui il presidente è cascato con tutte le scarpe. Se così fosse allora chapeau agli strateghi, perché il programma/contratto dei due partiti io davvero non so come sarebbe mai potuto approdare a successo. Risultato a breve? Siamo in campagna elettorale permanente e a breve ufficiale, il prossimo che il presidente indicherà non ha i numeri e senza numeri si va al voto, io ero per il voto anche prima e l’alleanza con la Lega.  Ora ci sono due forze politiche che possono validamente usare la decisione di Mattarella come bonus per riuscire rispettivamente il M5S a drenare voti dal PD e la Lega da FI caldeggiando e cavalcando il tema che LORO non hanno permesso il cambiamento ergo… ora e’ il momento della riscossa puntando ad avere un risultato che permetta di poter governare senza dover approdare ad alleanze.

Per ora però è tutto. Stasera ci sono molti arrabbiati in giro, ma sono anche sicuro che ci sono tanti ipocriti…poi ci sono anche quelli stanchi ed a questa categoria io mi unisco…buonanotte quindi passo e chiudo.

Sempre sullo stesso tema ecco i precedenti:
Scenario Politico Italia_3. Nuovo Aggiornamento
Scenario Politico Italia_2. Nuovo Aggiornamento
Scenario Politico Italia_1. Nuovo Aggiornamento

Scenario Politico Italia_4 Aggiornamento: 15 Maggio 2018

Le emozioni legate allo scenario politico di questo momento sono:

1.Indispettito – In questi ultimi giorni il tentativo delle forze politiche M5S e Lega si sta sviluppando tra movimenti alternanti di fiducia e sfiducia, a seguire dirò anche il mi punto di vista su questa iniziativa ma ora voglio parlare di ciò che mi indispettisce. Mi indispettisce sentire tanti che si spacciano per saccenti e che con sufficienza e/o con scherno criticano in senso negativo l’idea di un “contratto”, che a me pare una buona idea a prescindere dai risultati che porterà.
Mi indispettisce da sempre quando si accusano alcuni competitor di essere privi di esperienza, mi indispettisce perchè penso che in qualche misura in quel posto potrei esserci anche io e mi indispone chi pone la mancanza di esperienza su un piano più alto rispetto alle potenzialità. Credo che chi a distanza di anni e mesi ancora colpisce con questi motivi offende tutte le persone che in potenzialità “possono” dedicarsi alla cosa pubblica.
2. Preoccupato – Non credo sia stata una buona idea quella dei 5S di avviare l’intesa con la Lega. Non lo penso per il fatto che quest’ultimo ( come tanti commentatori scrivono da tempo) non si pone come soggetto negoziale indipendente. L’ambivalenza di quest’ultimo soggetto, anche a contratto sottoscritto, tenderà ad emergere generando un clima di continui distinguo e soprattutto andamento dell’azione di governo a singhiozzo e con non poche polemiche e prese di posizione che già nel breve periodo potrebbe rivelarsi fallimentare tanto per il paese quanto per chi a questa idea di contratto si è legato.
3. Dubbioso – Non credo la lega abbia intendimento di approdare ad una azione di governo con i 5S. Penso piuttosto che questa fase negoziale non vedrà la luce e che la rottura sarà carica di tensione e accuse reciproche. Si genererà un clima di confusione ulteriore in cui il presidente della repubblica tornerà alla carica con la richiesta di un governo di responsabilità. Le forze politiche di centro destra con l’appoggio del PD a questo punto potrebbero approdare ad un nuovo governo che stavolta si chiama “neutrale” ma che è solo l’ennesimo capitolo della lunga filiera di governi tecnici e dell’ampio inciucio trasversale in parlamento e che da molti anni ha praticamente spostato la sovranità dal popolo al palazzo…e questa cosa non va bene!!
Temo per i 5S che ci sia una strategia che voglia farli fallire miseramente di modo da portare questo periodo come prova – la pistola fumante – della loro incapacità per metterli nuovamente all’angolo, isolati nell’attesa che pian piano si esaurisca la loro forza propulsiva ( io non credo che il movimento sia esperienza politica di lungo corso, credo piuttosto che sia forza con obiettivo di realizzare nel bree periodo alcune riforme molto vicine al modo di sentire “popolare” per poi sciogliersi dopo aver lasciato nel sistema un segnale di maggior attenzione per i temi portati).
4. Delusione – No, l’accordo con la Lega non mi piace.

5. Disponibile – Spero tuttavia di sbagliarmi alla grande e che alla fine si riesca a fare davvero cose buone, in quel momento volentieri scriverò che ho preso una cantonata.