Freedom

achievement confident free freedom
Photo by Snapwire on Pexels.com

Giovane ragazzo non aver paura
di essere bravo non aver paura
di esprimere affetto non aver paura
di rifugiarti nell’amore non aver paura
di proteggerti non aver paura
di meritare il bene non temere
di godere dell’affetto non avere paura
di raccogliere l’affetto sei libero
di trovare riparo al tuo amore
sei speciale ogni istante non te lo dimenticare

Lacrime nuove

Piangere al dolore nuovo
all’imprevisto che smuove l’anima nel petto o ovunque si trovi;
Buon pianto nuovo, che sia copioso,
liberatorio e senza giudizio, limpido e fresco;
Buon urlo al fiato che sgorga dal vulcano del cuore,
sali pure alto e in cielo con libero fragore, come tuono;
Basta pianto di un tempo, finiscila;
Che ogni secondo è tempo nuovo
che è sterile la sua ripetizione
seducente il solito narrare
Che già abbiamo versato lacrime copiose, ed era giusto allora;
Ora piangere per un dolore nuovo
per il superamento che fa paura e disperare
per la fatica
per la forza che ci vuole ad armonizzare il bene ed il male, l’odio e l’amore,
piangere per vivere
per nascere ancora
e aprire i polmoni;
Siamo tutti vincitori
sopravvissuti
dal primo respiro nel mondo di allora
Buon pianto nuovo e nuova forza e vita fresca a noi ricercatori di bellezza

Tanto Quanto Basta

Tutto serve alla vita
Tutto serve nella vita
Anche i palloni gonfiati servono
Serve il loro essere visionari
E’ utile il loro saper fantasticare
E’ un modo comunque per iniziare
Tutto serve alla vita
Tutto serve nella vita
Chi si pavoneggia
Chi non si fida
Chi vuole controllate
Chi vuole primeggiare
Chi non si vuol far comandare
Chi è allergico ai pennuti
Chi vuole fare come gli pare

tutto serve si ne sono sicuro
Ma Quanto? Tanto quanto basta.

Capodanno: un anno da vivere.

“Coglierò ancora il fascino e la magia di nuove storie
Sognerò quel che sarò
Sorriderò al mondo che guarderò
Vivrò come e meglio di quanto ho già vissuto
Troverò il tempo per guardare le stelle e per continuare a sperare
Combatterò per colmare la mente e il cuore di perdono e di doni
Chiederò forza, gioia e amore
Parlerò con verità e libertà
Cercherò la bellezza e l’incanto che ancora mi stupisce
Vorrò perché voglio e posso … mai devo
Piangerò e poi riderò delle medesime cose
Giocherò con me stessa e mi sentirò principessa in ogni luogo
Crederò che questo sarà un buon anno per tutto l’anno…
per me, per voi, per tutti noi: i Cosmo-artisti del 2018″ (di. Antonella Orecchio)

Quella di sopra è la chiusura poetica di un bell’articolo scritto da Antonella Orecchio e pubblicato sull’ultima uscita di dicembre della rivista telematica Solaris.it , a me é piaciuta tanto sia la chiusura poetica che l’articolo e per questo voglio amplificare la diffusione anche dal mio blog per tutti voi.

L’autrice è una Counselor ed un Antropologa Esistenziale molto preparata e in gamba, a lei oggi i miei complimenti per il bel pezzo autentico e valido.

L’articolo intero lo trovate qui insieme a tanti articoli altrettanto validi, buona lettura:

https://www.solaris.it/index.php/capodanno-un-anno-vivere/

Prigione Ragione

Ragione tu hai ragione😎
Ragione io ti credo
Ma vedi … tu – ragione – non mi dai una soluzione

Vedi ragione quante sbarre, e lucenti e belle parole?
Prigione di orgoglio e superbia😤

Le tue ragioni mi stanno a cuore, credimi🤗
Però così non ne veniamo fuori,
Che un dolore da provare ci sarà
Che qualcuno amaro ingoierà
Che sarà amore e non viltà
Trasformare la narrazione
Che si è generosi e liberi di donare👍
Che si aiuta e si è liberi di ascoltare🗣

Che a buona ragione del cuore❤…amarsi e amare, perdonarsi e perdonare lascia intravvedere uno spiragli di soluzione…che vale la pena SEMPRE provare…E se funziona CONTINUARE.😥😥

Non è facile però è tutto qui (cit: Irene Grandi)😁

36°Seminario di Cinematerapia

indexNell’ambito del prossimo seminario di Cinematerapia che si terrà presso Istituto Solaris condurrò un gruppo di lavoro insieme con una mia collega, donna speciale e forte e che guarda avanti. Io non lo so nemmeno se segue il mio blog ma poco male. Come lei anche mia figlia è forza vivente, bambina speciale, forte e presente e che mette a dura prova il mio cuore. A loro ed a tutti coloro che decidono di accettare il dolore non per morirvi ma per rinascere come fenice va il mio riconoscimento migliore ( di lato l’immagine del film con cui lavoreremo).

img_8627Che ognuno faccia come crede
Che c’è un tempo per ogni azione
Che ora voglio urlare dalla rupe
Accettate il dolore, la paura e il dramma
Ogni movimento imperfetto è un andare oltre
Guardiamo avanti con magnificenza e fiducia
Che bolle vita dentro 
…sarà vita nuova … inaspettata

 

2 – Una bella storia è una benedizione (Gpp)

(daZeroaInfinito) Ma come arrivasti nella mia macchina!? Da dove sei sbucato fuori o chi ti ci ha messo?  Mi è piaciuta l’immagine del Guerriero che mi rimandavi e mi tornava subito utile , cavolo se mi serviva. Ispirazione nuova, nuova forza fresca ed inaspettata.

(Gpp) Vedi, noi siamo in contatto con la vita;
Tanti multiformi e creativi modi.
Di tutto la vita si avvale;
Un ispirazione se vuoi.
Che quando accade è benedizione.

Come sono capitato sul tappetino della tua macchina?

 (daZeroaInfinito) No No…non dirmelo. Ho inteso cosa mi vuoi dire. La vita di tutto si avvale ed il suo progetto è in continuo contatto con il progetto ed i sogni di ogni persona, con i miei. No, non dirmelo  come sei arrivato non mi serve saperlo…perché – invero – mi anima una nuova ispirazione, come dici tu una nuova benedizione. Mi serviva un immagine da guerriero un tempo per superare ostacoli, e oggi che ti ho tirato di nuovo fuori credo che insieme abbiamo una bella una storia da narrare … e di nuovo strada.

 (Gpp) Bene!. Io ci sono ancora;
Che questa idea mi piace;
Son cose buone a venire;
Non perdiamoci ancora.

IMG_8671

Sfiorare gli anni

breve-storia-del-pianoforteTi ho letto cara poesia
al momento giusto.
Ho letto e sentito
movimento di parole
occhi a guardare
oltre il carattere
oltre il testo
il mare immenso.
Porti
amici discreti di chi attende
ascolta e sogna.
Angoli di amori e di addii feroci
oceano davanti … a cullare o uccidere
“mani veloci che sfiorano anni”
parole note di un canto.
Saggezza del rendersi liberi
di decidere di essere
ascoltare, osservare, imparare
raccontarsi e raccontare
ogni attracco
oceano…mare
buon vento ai naviganti
a chi osserva dal ponte
a chi lo racconta
a chi vi suona sopra
e lascia danzare ed amare
passanti anch’essi viaggiatori
marinai … comunque.

daZeroaInfinito.com … che ogni cosa ha il suo giusto tempo. Ci sono parole che meritano l’attesa, per essere pronti al momento della decisione per essere presenti come anima e corpo nella miglior armonia del nostro essere persona. Che la fretta e la frenesia sono anch’esse cose umane … ma quando sentiamo che è il momento di attendere beh…attendiamo …ma senza addormentarsi però! Frase sottolineata è di lilasmile che ringrazio.

La tigre sul comodino

lop-228Sogni ad occhi aperti

Lusinghe ad inconfessabili FOLLIE mentali

Tigri appollaiate sul presente

Compagne di viaggio

A risvegliarci al secondo finale

Per riaprire gli occhi

Per rimanere sveglio

  Tutto serve per crescere

Che piaccia o meno

Ognuno la sua storia speciale

Ognuno la propria tigre da accudire
Per svegliarsi, liberarsi.

daZeroaInfinito.com…che non ho altro da aggiungere Vostro Onore

Solo Alba, Ora.

Vorrei…svegliarmi presto
avere tempo in più
Vorrei… svegliarmi piano
senza fretta
scegliere di uscire
correre nel parco
Vorrei…osservare e camminare
con il mio ruolo nel cosmo
con il mio ritmo
respirare e sudare.
Vorrei…
ah già ma io posso!
Meraviglia.
Vorrei …beh vediamo…
non faticare ecco, lo vorrei.
Vorrei …ma ho timore
che tutto questo è utopia
del mattino
ogni giorno
quando solo vorrei
non interrompere
il sogno
e il sonno.
Vorrei …mah…
ohooooo meraviglia di nuovo luce
solo alba
ora.

daZeroaInfinito.com …che quando ho bisogno di uscire presto ci stà che imprecoun pochino e mi lamento un tantino. Ma poi, meraviglia! Le luci del mattino ed il loro piacere esclusivo, il primeggiare del sole dietro i monti Est di Roma, le luci fioche della notte, il profumo dei caffè e dei cornetti caldi. Meraviglia di piacere e e penso alla bellezza, delizia per i miei occhi e cuore e fonte di sicuro di tanti sogni ancora e ancora. Ed è solo l’alba ora.

Lascia scorrere via la rabbia

Senti a me…Lascia perdere
Lascia correre
Non ti incapronire, non c’e’ niente da guadagnare.
Una volta provaci

La mosca davanti al naso falla volare
Respira a fondo
Fallo per te solo
Per amore

Provaci, lascia perdere
Siediti
Lascia scorrere le parole
Respira a fondo
Passera’ l’ombra scura
E sarai persona nuova
Piu’ vera
Libera e forte
Lascia correre
Stringi aria
Una volta…una sola
Prova.

daZeroaInfinito.com…che puo’ essere l’inizio di un modo nuovo di vivere, fondare il senso profondo che l’importante e’ stare bene…i fumi e le provicazioni sono cazzate…lascia stare, lascia correre

Laboratorio Stellare

Ogni parte e parte di un tutto e la paura e la forza sono cosa nostra, cosa insieme.

Teniamoci forte
Teniamoci forte… stazione sogno.

In un gruppo
In un progetto
Siamo piu’ di una somma
Un organismo siamo
Sudore e passione
Paura e coraggio.

Io sono Te
Tu sei me
Rinnovamento di spirito
La mia paura, la nostra
Il mio coraggio, il nostro.

Provare
Affidarsi
Ascoltarsi
Che da soli e dura
Certi progetti sono ardui
Divire artisti
Della vita e dell’universo
Respirare bellezza
Che viva in me
Che mi sopravviva oltre e altrove.

Semino il presente
Punto a capo
Si rinasce
Fusioni amorose
Ostacoli e risorse
Odio e amore
Fresche labbra da baciare
aromi esperenziali
Cornice da riempire.

Il cosmo osserva
Armonioso corollario di stelle
Polveri che anch’io sono
Laboratorio stellare
Forze fuse dentro
Come lassu’ lontano

In un gruppo
Anche ora
Passioni
Superamenti
Reazioni termonucleari
Non mollare.

Che tu sei me ed io sono te
Passi avanti
Paure e passioni profonde
Allacciamo le cinture
Si parte
Teniamoci forte
Teniamoci forte…sogno
E il cosmo intero…a tifare.

daZeroaInfinito.com…si ci posso provare che la paura e’ mia e mi appartiene ma anche la forza, il coraggio ed i superamenti del gruppo. Io sono te, tu sei me e noi siamo laboratorio stellare

Tutto Uguale Tutto Diverso

Un imprevisto, un contrattempo
è capitato a tutti è capitato spesso
che rompi il ritmo
la ripetizione
la meccanica quotidianità.
E sei diverso,
i suoni son nuovi,
son nuovi i pensieri,
lo sono i visi delle persone
lo sono i tuoi ed i loro movimenti.
Tornare indietro
a recuperar qualcosa
assistere meravigliato
alla vita che scorre dietro
dove sei per un imprevisto solo
e solo per un contrattempo.
E ti senti diverso,
alieno al mondo
libero e sereno
spaventato e inquieto.
Che il mondo cambia
ad ogni nanosecondo
e noi siamo diversi
se  lasciamo scorrere
il potere  è reale
schemi nuovi di pensieri
nuove decisioni
fuori dalla corrente
tutto imprevisto
tutto possibile.

daZeroaInfinito.com …con il fresco profumo nel naso e una luce nuova a uscire in strada fuori dall’orario convenuto e vedere un mondo in tutto uguale ed in tutto nuovo.

Prospettiva (liberamente ispirata al mito della Cosmo Art)

Se vivi è perchè la vita ha voluto che tu vivessi;
Se vivi è perchè tu hai scelto di vivere;
Se la vita vuole che vivi è perchè ha un progetto;
Se hai scelto di vivere è perchè hai un progetto;
Il tuo progetto e quello della vita hanno un obiettivo comune;
Se realizzi i tuoi sogni la vita ti sostiene ad ogni passo;
Se realizzi il tuo progetto tanto più la vita è lieta e ti sorride;

Eppure esistono anche gli ostacoli …e il dolore!
Si, esistono.
Esistono perchè la vita non è perfetta;
Esistono perchè noi non siamo perfetti;
Esistono perchè nemmeno le persone da cui veniamo non erano e non sono perfette
Esistono perchè li abbiamo sperimentati;

Perchè esiste ancora?
Esiste non per morirvi dentro, miseramente;
Esiste per ricordarci, quando ricapita, che ci dobbiamo amare subito per sciogliere la rabbia e l’odio dentro;
Esiste per aiutarci, perchè se vediamo il dolore possiamo liberare il progetto che sotto langue;
Esiste per ricordarci che il ns progetto ha bisogno di noi;
Esiste per ricordarci che siamo polvere di stelle, laboratori viventi di bellezza;
Esiste perchè … :”Ok gli ostacoli e il dolore ma anche capacità di amore e la libertà Noi abbiamo…eccome!”;
Esiste perchè come un pittore con i suoi colori o uno scultore con il suo marmo – anche noi possiamo agire l’arte di fondere le forze opposte, l’odio e l’amore, la libertà ed il rimanere schiavi, il perdono e la vendetta;

Se vivi è perchè hai scelto di esserlo;
Se vivi è perchè hai un progetto che vale;
Se ti poni artista della tua vita davanti a te “ponti d’oro”;
Se la vita ci ha voluto, possiamo affidarci, successo garantito;
Se condividiamo un progetto con gli altri Noi fondiamo una coralità, laboratorio stellare per una vita dalla bellezza e dallo spirito superiore, immortali;

Se il dolore ritorna strizziamogli l’occhio. Ci ricorda ora e di nuovo che abbiamo perso il contatto, trascurato, il progetto per cui siamo nati … Siamo clementi rivolgiamo lo sguardo alle stelle tutte attorno…preghiamo la vita … e perdoniamoci se non siamo stati perfetti di nuovo forse nemmeno oggi …forse nemmemo ora.
La vita ed il ns progetto non se la prendono per le nostre disattenzioni e disavventure, aspettano e ci amano incondizionatamente.

daZeroaInfinito.com …che sia benedetta la sera, il giorno e l’amore che sono garanzia di nuova vita…ad arrivare.

Preghiera per nascere (di Antonio Mercurio)

Io che non sono ancora nato
Io che me ne sto ancora dentro l’utero
Incollato ai miei traumi
Tutto intento a crogiolarmi
Dentro il dolore Delle offese ricevute da mia madre
E da coloro che puntualmente
Me le fanno rivivere Io che ho ingigantito queste offese
Con orgoglio e con ira
Io che, con il mio Io fetale,
Impongo al mio Io adulto
Di vivere infelice
Nella rabbia e nell’odio
Con mille miliardi di pretese
Io che mi rinchiudo nella corazza
Del mio narcisismo assoluto
E giudico e condanno tutti
Con disprezzo infinito
Dall’alto della mia perfezione divina
Io che vorrei distruggere il mondo intero
Con diluvi e cataclismi universali
Vorrei che qualcuno mi aiutasse
A deporre questo fardello intollerabile
Di follie fetali
Che nulla hanno a che vedere
Con il mondo delle persone reali
Io vorrei nascere interamente
E vorrei essere libero
Di amarmi e di amare.
Libero di poter vivere nella pace e nella gioia.
Ho interrogato i saggi E ho chiesto: Come si fa a nascere per intero E a non restare mezzo dentro e mezzo fuori dall’utero di mia madre? Nessuno mi ha risposto.
Ho interrogato il mio Se’
E lui tace come non ha mai atto prima …..
Ho deciso di accettare il silenzio
Di accettare l’oscurità
E di non vedere
E di non poter sapere.
Ho deciso di piegare il mio orgoglio
E rinunciare alle mie pretese.
Ho deciso di accettare il mio dolore
E la mia impotenza
E soffrire in silenzio
Senza lamenti
E senza recriminazioni.
Lunga è la strada
Che porta alla vera umiltà
L’umiltà che è la faccia più profonda della verità
Lunga è l’attesa
Di poter un giorno entrare nella mia casa
Non più come mendicante
Ma come un signore.

L’artista

“L’artista è colui che rende possibile l’impossibile.
Egli compie il miracolo di estrarre
l’unità dalla frammentarietà
l’armonia dal caos
la bellezza dal nulla
la gioia dal dolore
la forza dalla debolezza
il positivo dal negativo
il bene dal male l’amore dall’odio
la vita dalla morte
la poesia e la grazia
dalla banalità e dalla drammaticità
del vivere quotidiano.”
(Antonio Mercurio – Gli Ulissidi)

daZeroaInfinito.com e buon ferragosto a tutti

Conviviamo

…con bicchieri di carta e piatti sul bagnasciuga;

…con pessime abitudini;

…con rigidità e ostinazione a non voler cambiare;

…con intendimenti di amore sempre più frequenti;

… con desideri e bisogni cocenti;

…con pause troppo brevi dalle connivenze divoranti;

…con preghiere sussurrare o urlate;

…con coraggiosi capitani di cui amiamo le narrazione;

…con la gloria all’ orizzonte che saluta;

… con passi attenti a schivare buste e piatti lasciati soli;

Mani strette ai fianchi a sentirti la pelle, caldo desiderio in fragrante pensiero che attende te e la tua attenzione, stretti in una mano con rivoli d’acqua al piede ti desidero e sognio te che sei reale e invitante…con il rumore della risacca e il vento…con lei a giocare …e il cuore mio che racconta di convivenze dure … con il cuore che punta ancora la prua …verso l’amore …al mio fianco e suoni di giochi e mare e secchiello e fantastiche avventure e voci sconosciute e favoloso capitano dell’anima mia a narrare.

daZeroaInfinito.com …convivenze d’estate ascolta il mio cuore ma scelgo amore e altro … niente oltre. 

…a ben sperare.

Corpo sano e Mente sana.
Che ci sono alimenti che ci gonfiano,
…come palloni fino a scoppiare
…ci fanno stare male e si ripropongono in strane ore
…ci sono alimenti che ognuno conosce bene
…che un tempo ancora ancora ci potevano anche stare
…ma che ora sono STOP, prendere o lasciare
…star bene o stare male.
Che ci sono alimenti per la nostra mente
…che roteano e crescono come valanghe
…sono pensieri e connessioni
…ci sono pensieri che conosciamo bene
…sappiamo che non sono reali
…che un tempo ci hanno fatto compagnia
…che che ora sono STOP, prendere o lasciare
…stare bene o stare male.
Che ogni decisione porta con se un dolore
…che con uno si nasce
…che con uno si muore
Che ci sono appetiti mentali e di pancia
…che conosciamo sia nel bene che nel male
Stare fermi,
pensare e osservare
e pregare
per trovare la forza
di non aprire bocca,
di non dire e di non fare
che tutto a volte è una mera riproduzione
di cose non vere e reali
se si esclude la follia
di profonde e passionali
momenti di big bang iniziali
che avevano in se tutto
tutto il bene e tutto il male
tutta la gioia ed io dolore
come ora come oggi
ne più ne meno
…scegliere ancora
…con un mal di pancia nuovo
…a ben sperare

Incisività (solo una parola?)

img_20160410_112302.jpgIncisività
che senza, poi, uno sperma non penetra l’ovulo;
che senza, poi, un buon boccone non può essere sminuzzato e gustato;
che senza una pallottola non può essere estratta;
che senza una “scelta” non cresce;
che senza, poi, perdura solo “ambivalenza”;
che senza la “ricchezza” è chiusa fuori la porta;
che senza, poi, l’altro poi ti supera;
che senza, poi, non si cambia;
che senza non raccogliamo ciò che vogliamo;
che senza, poi, un progetto rimane solo “vago ideale”;
che senza perdurano le pretese;
che senza, poi, il retrogusto è triste e deluso;
che senza, poi, è campo libero per le complicità malsane;
che senza, poi, se una cosa fa soffrire e si ripete allora nel dolore ci devi un pò stare (tqb);
che senza, poi, non ci lasciamo liberare dalla vita che – Dio l’abbia in gloria – continuamente ci fa “tana” e ci chiede di lasciarci andare, arrenderci e fluire.

Che fare? Mah non saprei bene ma ho fiducia, che dal dolore CosmoArtisticamente tanta energia posso creare per me stesso e per la vita intera.

Cosa fare? Mah non saprei, intanto sento che intorno alla parola Incisività inizia una esplorazione esistenziale da cui non posso prescindere se voglio realizzare i sogni che per tanto e troppo tempo sono rimasti fermi al palo.

Che fare dopo aver smesso di scrivere? Mah non saprei…intanto penso e lascio vivere dentro immagini che…

Che intanto comunque è bene muovere il primo passo;
Che il primo passo non sia frettoloso, avido;
Che il movimento leggero di un passo che sta per toccare il suolo può far sentire vuoto, smarrimento e paura;
Che camminare piano ma camminare aiuta a potenziare le nostre e le mie positività;

Che per ora mi fermo qua…ed ho fiducia che qualcosa di buono sboccerà dal dolore che contatto pensando alla forza di questa parola.
Ora per ora? Per evitare che tutto scappasse via ho provato a tener viva l’energia in una narrazione – una via di mezzo tra poesia, leggerezza e pesantezza, in stile sbilengo e strano …mah non lo so…so solo che io amo questo modo di creare.

daZeroaInfinito.com …incisività ci vuole.

Evasione

Come la mettiamo con la smania di poetare?
Bene o male
Come viene viene
E chi se ne frega
In culo al giudizio per un secondo intero.
Il desiderio è forte
Un varco tra silenzio e morte
Parole altrimenti sole
Paura di iniziare…stammi alla larga
Ho un pensiero
Un clandestino
Appollaiato sullo stomaco
Parla in scritto sporco
Mi da sollievo
Su vicino al cuore
Diretto
Diviene parola
Clandestino pensiero
Sporco di parole
Desideroso di poetare
Semplicemente
Tra strade, silenzio, morire e stelle
Respirare
Chiudo gli occhi
Lo sento
Poetare in libertà
… pura potenza.
Senza senso e senza fine
Un blaterale
Un bla bla bla
Tutto è oro
Sorvola l’anima
La parola.

daZeroaInfinito.com