Momento lacrimuccia: Ciao Papà

Ascoltavo in radio stamattina a “il volo del mattino” su radio Deejay una simpatica narrazione di “bugie” che i genitori raccontano ai figli, di quelle carine e che se dette a fin di bene poi aiutano i piccoli e alimentano le loro fantasie. Davvero molto divertente ed anche io che ora sono un genitore mi ci sono ritrovato tanto.

Poi mi sono ricordato di questa: Il mio papà lavorava in Germania ed io chiedevo sempre a mia madre quanto fosse lontana la Germania. Lei mi diceva che era dietro le montagne ed ancora che per arrivarci occorreva viaggiare una notte ed un giorno. Allora vivevo sul Gargano ed avevo una montagna proprio di fronte casa. Mi chiedevo sempre come cavolo era che non veniva spesso e come mai ci volesse una notte ed un giorno per arrivare, io la vedevo così vicina! Mah…sta di fatti che fantasticavo sempre di andare sulla punta della montagna e chiamare Papaaaaaa!!!!. Il mio papà non c’è più da 32 anni (io ne avevo 15), ed ancora mi piacerebbe andare sulla punta della montagna e chiamarlo. Forse un giorno lo farò e chissà che non mi sente e mi risponde in qualche modo! Ciao Papà.

4 risposte a "Momento lacrimuccia: Ciao Papà"

  1. Anche io ho amato tantissimo mio padre e, dopo che è morto (troppo presto) per un po’ mi aspettavo di vedermelo comparire davanti, quando camminavo per la strada, lui con suo passo svelto e le sue scarpe grosse, con la suola spessa, che lo facevano volare… E quale volte l’ho sognato, specialmente nei miei momenti brutti, quando apparive e mi diceva, con un’espressione spiccia e un po’ volgare (non è niente, Silvia, é una caz……!”)

    Piace a 1 persona

    1. Mio padre come ho scritto lavorava all’estero e così non capitava di stare molto tempo insieme. A volte mi sembra, di fatto, di non averlo mai avuto. Che mi sarebbe piaciuto averlo questo si, mi sarebbe piaciuto tanto eccome. A lui indirizzo pensieri di gratitudine per quanto di buon ha saputo fare e dare. Negli anni ho trovato altre persone che mi hanno aiutato e seguito nella crescita, padri spirituali e progettuali. Quando penso alla vita sento che anch’essa è insieme madre e padre e ci sostiene sempre. Comunque aveva ragione tuo padre e prendo a prestito il suo dire: Tante e troppe cose sono solo delle caz…… Non gli diamo troppa importanza. Guardiamo invece alla nostra arte, alla nostra bellezza😘

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...