#NarraAscoltaStorie_19. “…Grazie davvero””

Amnesia, mi capita spesso di recente. Dimenticare cose o dimenticare di alcune cose l’uso stesso. Forse solo stanchezza forse una parola pesante per una tanto più comune dimenticanza come accade quando le cose da pensare e da fare sono tante…E ti rubano il tempo presente, e te ne fai derubare

Gerardo: Zig Zag dalla frutta al pane e dal pane ai salumi. Di corsa che la voglia di tornare a casa e tanta per una bella doccia calda che attende, che tanto domani si ricominci. Ah sì…Anche del tonno e poi…Oh cacchio ho dimenticato il latte e così indietro tuttaaaa. Che a ben guardare stasera ho preso poco, non arrivo a superare 30 euro per cui massì chiudi se ne frega la stecca di tonno di marca si può prendere lo tesso anche se a casa vi è dell’altro ancora.

Elena: ormai non ci penso neanche più all’ora ed al giorno. Lavorare è diventato talmente importante è imminente che davvero, di cuore, lavorare la domenica sera non mi da alcun dispiacere. 

Gerardo: cassssa…Qui. questa signorina mi sembra veloce. Il tonno si, il tonno no!A quasi lo lascio in cassa che cazzo me  ne faccio ancora, non vorrò mica farmi una dispensa a casa eh? Però non è male fare la spesa a questa ora. Tutti siamo stanchi e rispetto agli atti giorni stasera mi sembra ci sia in ogni cliente e in ogni cassiera in senso di affettuosa non curanza. A leggere le mani ed il viso della cassiera mi arriva un cordiale “Dammi la roba che te passo, paghi e poi sticazzi”. Ok…Mah…Cazzo il portafoglio?!?! No sono senza soldi. 

Indietreggio esco dalla fila e per fortuna nel carrello la roba è poca. Che faccio abbandono tutto e vado via oppure pago lo scotto di rifare il giro a ritroso? La seconda che ho detto! Tra un imprecazione e uno slalom nelle corsie tra decine di clienti ancora intenti a comprare arrivo al capolinea, la salumeria ed Elena di nuovo. Che mi imbarazza restituire la roba, che quasi la metto via nel banco frigo e buonanotte a tutti i signori. 

Elena: prego a chi tocca n 70? 

Gerardo: con braccio teso a voler dare la risposta esatta si avvicina al banco e chiede scusa. Scusa la posso restituire? Ho dimenticato i soldi e non posso pagare, è un etto di bresaola di quella in offerta. 

Elena: si, grazie …Grazie davvero per avercela riportata è non averla lasciata in giro, davvero grazie. 

Gerardo: buonasera e va via sereno, la cazzata l’ha fatta, ma almeno ha rimesso tutto al giusto posto…E sticazzi si vede che il tonno stasera non lo doveva proprio comprare.
daZeroaInfinito.com…Capita di essere altrove.

Informazioni su da Zero a Infinito

Ancora non ho trovato informazioni su di me che mi piacciono
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in IlNarrAscoltaStorie, Tutte le Categorie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...